7.8 C
Rome
venerdì, Dicembre 3, 2021

Bonus veicoli sicuri: che cos’è e come richiederlo

Nell’autunno dei rincari e della crisi delle materie prime, è in arrivo un nuovo aumento per milioni di italiani: dal 2 novembre 2021, infatti, il costo della revisione per la propria auto crescerà di 12,14 euro. Ma buona parte della spesa potrà essere recuperata grazie al nuovo Bonus veicoli sicuri, richiedibile dal 21 dicembre 2021.

Bonus Veicoli sicuri - cosa è e come ottenerlo

Aumenta il costo della revisione auto

- Advertisement -

Da domani, 2 novembre 2021, il costo della revisione per i veicoli aumenterà di 9,95 euro più iva. Una spesa a cui gli italiani non possono sottrarsi, visto che va effettuata, per legge, 4 anni dopo la prima immatricolazione e, successivamente, ogni 2 anni.

I costi variano a seconda del centro a cui ci si rivolge:

  • Presso la motorizzazione, il costo passerà da 45 a 54,90 euro;
  • Presso un centro autorizzato, la spesa salirà a 79,02 euro visto che vanno aggiunti 12,09 euro per l’iva, 10 euro di diritti motorizzazione e 1,78 euro per il versamento.

Chi non effettua la revisione, può incorrere in una sanzione amministrativa compresa tra 173 e 694 euro, che lievita a una cifra compresa tra 1.998 e 7.993 nel caso in cui si circoli con il veicolo nel periodo di sospensione.

Cos’è il Bonus veicoli sicuri e a quanto ammonta

- Advertisement -

A fronte dell’aumento di 12,14 euro, il Governo ha deciso di stanziare 4 milioni di euro per il triennio 2021-2023 al fine di compensare il costo maggiorato. Ogni cittadino potrà richiedere il contributo di 9,95 euro se ha effettuato la revisione della propria auto a partire dal 1 novembre 2021 e per una sola volta.

Pubblicato in Gazzetta il 22 ottobre 2021, il Bonus veicoli sicuri si potrà ottenere solo dal prossimo dicembre, quando verrà creata la piattaforma digitale sul sito del ministero delle Infrastrutture e delle Mobilità sostenibili. Per accedervi bisognerà essere muniti di Spid, Cie o Cns, inserire la targa della propria auto revisionata, la data della revisione, il codice Iban per ricevere il rimborso, nome e cognome dell’intestatario (o cointestatario) del conto corrente e un indirizzo e-mail per ricevere eventuali comunicazioni.


LEGGI ANCHE


Risorse limitate e rischio click-day per il bonus veicoli sicuri

Con la calcolatrice alla mano, il rischio di un click-day per il Bonus veicoli sicuri é estremamente concreto. I 4 milioni stanziati, infatti, saranno destinati a soli 402.000 fortunati. Se pensiamo che nel 2019 i veicoli revisionati sono stati ben 14.348.718 per una spesa complessiva di quasi 960 milioni di euro, si capisce che la somma stanziata dal governo è solo una goccia nell’oceano. Questo significa che, come successo per tanti altri bonus quest’anno, chi prima farà richiesta del contributo veicoli sicuri, avrà più probabilità di riceverlo. Con buona pace dei milioni di italiani che resteranno a bocca asciutta.

Considerando che in un mese, normalmente, vengono effettuate oltre un milione di revisioni, se tutti dovessero fare ipoteticamente richiesta di bonus contemporaneamente, questo verrebbe terminato – per la quota spettante al 2021 – in meno di 2 settimane.


Ti potrebbero interessare:

Seguici sui social network per non perdere le migliori offerte del momento:

e non dimenticare di unirti ai nostri canali TELEGRAM,  SCONTI A NASTROMODA TECH dove troverai ogni giorno tanti contenuti ESCLUSIVI. Non perderti la novità di Sconti A Nastro: CANALE LEGO

- Advertisement -

1 COMMENT

Dicci la tua!

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

I NOSTRI SOCIAL

3,975FansLike
14,005FollowersFollow

GLI ULTIMI ARTICOLI